Fermenti lattici vivi del Kefir


clicca qui se cerchi i granuli per il kefir


Differenti specie di fermenti sono stati ritrovati nei granuli di kefir. Fondamentalmente si possono suddividere in quattro categorie: Lattobacilli, Lattococchi-Streptococchi, Acetobatteri e lieviti. I batteri e lieviti hanno una relazione simbiotica, in pratica traggono beneficio reciproco dalla trasformazione delle sostanze contenute nel latte.

A causa della presenza di batteri nel kefir è possibile ritrovare anche batteriocina, una sostanza di tipo antibiotico prodotta da alcuni batteri; attiva contro ceppi della stessa specie o di specie affini.

Il kefir prodotto in casa può contenere una differente composizione di fermenti. Infatti, i vari ceppi possono essere o meno presenti a seconda dell'origine dei granuli.

Il kefir può contenere i seguenti fermenti lattici:

Lactobacilli (62-69%)

Lactococchi e Streptococchi (11-12%)

Lieviti (16-20%)

Acetobatteri

I vari fermenti iniziano a lavorare in tempi differenti. Infatti i primi ad agire sono i Lattococchi, poi a seguire nell'ordine i lattobacilli, i leuconostocchi e i lieviti. Solo per ultimi intervengono gli acetobatteri (in effetti se troppo fermentato il Kefir tende ad avere troppo acido acetico). Il prodotto finito tipicamente contiene:

Questa pagina è stata visitata 24874 volte.

GNU FDL logo google pagerank

Collegamenti

Numismatica     Associazione Numismatica     Hosting gratuito     psicologia